Riso e zucca di petronilla

Riso e zucca di petronilla
  • numero persone Dosi per:
    4 persone
  • tempo cottura Tempo Richiesto:
    30 min
  • portata Portata:
    Primi e zuppe
  • DifficoltÓá:
Ingredienti : vedi ricetta

Preparazione:

Conoscete la superlativa minestra di magro (ma talmente squisita, che io la chiamerei di grande grasso) che si prepara alla svelta e all'economica con la zucca? No? Fate allora la prova. * * * Andate in piazza; scegliete, fra le varie zucche aperte a mezzo, la pi¨ gialla e soda, sperando sia anche la pi¨ dolce; e, se in famiglia siete in 6, comperatene 1 chilo, non facendo per˛ gran caso se l'ortolano, tagliando, anche sorpassasse il peso richiesto, chÚ, con la zucca, si pu˛ sempre abbondare. Appena a casa asportatene, con il coltello, la buccia verde; raschiatene, con il cucchiaio, la parte centrale (per toglierne, cosý, i semi e quel po' di polpa fibrosa che non manca mai nelle zucche); e tagliatela in dadi piuttosto grossi. Mondate mezzo chilo di riso e, non giÓ per sola economia, bensý per rendere anche pi¨ squisita la minestra, scegliete riso maratello, quello cioŔ di minor prezzo ma che, a differenza del vialone pi¨ costoso, cederÓ all'acqua molta della sua farina. Un'ora prima del pranzo, mettete a fuoco, nella pignatta, 1 cucchiaio di burro, 4 di olio, ed 1/4 di cipolla affettata; appena la cipolla imbruna, aggiungete la zucca; mescolate; coprite con il coperchio; abbassate il fuoco; e lasciate cosý la zucca impregnarsi, a poco a poco, dei grassi bollenti. Dopo 5 minuti, aggiungete nella pignatta tanta acqua da oltrepassare, di tre buone dita, la zucca, e rimettete il coperchio. Trascorsa mezz'ora, quando cioŔ la zucca sarÓ quasi cotta, unite acqua, un pizzico di sale e, appena l'acqua bollirÓ, anche il riso. Lento lento, e assai spesso mescolando, e non mai incoperchiando la pignatta, fate bollire; allorchÚ il riso sarÓ quasi cotto, unite una buona manciata di parmigiano trito; assaggiate; aggiungete, se vi parrÓ necessario, sale, e se vi aggrada, un pizzico di spezie; e quando il riso, cucinando, avrÓ dato alla minestra la densitÓ di un quasi risotto, versate nella zuppiera; portate in tavola; e, - se dolce era la zucca, e buon maratello il riso, - Ŕ certo che la dolcissima minestra, dall'aspetto di un giallissimo risotto, riscuoterÓ uno di quegli applausi familiari che dicon chiaro: "Mamma, fa' presto il bis!".

Guarda anche:

  • Ricette regionali
  • Ricette etniche
  • Ricette Portate

Commenti

Nome:
Scrivi Qui Il Tuo Commento:
Questo sito utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o scrollando la pagina ne accetti l'uso.Per info leggi qui