Risotto alla crema di verdure con capesante e burrata

Categoria: La prova del cuoco
Risotto alla crema di verdure con capesante e burrata
  • numero persone Dosi per:
    4 persone
  • tempo di cottura Tempo Richiesto:
    40 min
  • portata Portata:
    Primi e zuppe
  • Difficoltā :

Un risotto leggero e dedicato alla bella stagione, preparato con verdure così da essere salutare, accompagnato dalle capesante per avere un tocco più "marittimo". Quella del Risotto alla crema di verdure con capesante e burrata, è la ricetta presentata da Roberto Valbuzzi alla prova del cuoco nella puntata di giovedì 29 settembre 2016.

Ingredienti

Preparazione:

In una padella scaldare un filo di olio, strofinare sul fondo lo scalogne per insaporire bene l'olio e versarvi il riso; mescolare per farlo tostare bene e sfumarlo poi con il vino. Non appena il vino è evaporato aggiungere il brodo ben caldo e portare lentamente a cottura il riso.

Nel frattempo lavare e tagliare a rondelle le zucchine, ripassarle in padella con un pochino di burro aggiungendo anche i piselli. Condire con un pizzico di sale e un pizzico di pepe. Quando le zucchine cono cotte metterle nel mixer e frullare assieme ad un goccio di brodo vegetale caldo.

Privare le capesante sia del guscio che del corallo, farle cuocere con un pochino di burro in una padella sul fuoco alto.

Quando il riso è pronto, aggiungere la crema di verdure e mantecare con la burrata (usarla a temperatura ambiente). Questa parte può fatta sia tenendo il riso sul fuoco che togliendolo.

Servire infine un letto di risotto alle verdure mantecato con la capasanta scottata e un pochino di formaggio grattugiato.

Guarda anche:

  • Ricette regionali
  • Ricette etniche
  • Ricette Portate

Commenti

Nome:
Scrivi Qui Il Tuo Commento:
  • Milena ha scritto:
    Il 21/10/2016 all 15:34
    L ho fatto oggi con un gamberone scottato nella padella delle verdure buonissimo da leccarsi i baffi
  • rita ha scritto:
    Il 01/10/2016 all 11:28
    č una bontā .Solo che invece delle capesante ho dovuto usare i gamberetti . Ma il risultato non cambia. buono...buono...buono. :)
Questo sito utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o scrollando la pagina ne accetti l'uso.Per info leggi qui